McDonald’s e Google Rivoluzionano il Futuro del Fast Food con l’Intelligenza Artificiale

Redazione
3 Min Read

La nota catena di fast food McDonald’s ha annunciato una collaborazione epocale con Google, che vedrà l’implementazione dell’intelligenza artificiale generativa nelle operazioni dell’azienda a partire dal 2024. Questa partnership strategica promette di portare tecnologie avanzate di Big G in migliaia di punti vendita, attraverso un massiccio aggiornamento hardware e software.

La trasformazione coinvolgerà diversi aspetti dell’esperienza McDonald’s, compresi i sistemi di ordinazione attraverso chioschi e l’app mobile dell’azienda. L’intelligenza artificiale generativa sarà impiegata per ottimizzare le operazioni, mirando a migliorare la qualità del cibo offerto, con la promessa di “cibo più caldo e fresco” per i clienti.

Sebbene McDonald’s non abbia ancora rivelato dettagli specifici sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale, ha chiarito che il processo coinvolgerà significativi aggiornamenti sia a livello hardware che software eseguiti direttamente nei negozi, oltre all’utilizzo di servizi offerti da Google Cloud. L’obiettivo dichiarato è quello di consentire ai manager di identificare e implementare rapidamente soluzioni per affrontare le sfide aziendali.

L’esempio di Wendy’s, un altro colosso del settore alimentare che ha sperimentato con l’intelligenza artificiale di Google Cloud, fornisce uno spunto interessante. Wendy’s ha testato una piattaforma di ordini basata su intelligenza artificiale all’inizio dell’anno, e il sistema è stato in fase beta in un negozio a Columbus, Ohio, nel mese di giugno. McDonald’s potrebbe intraprendere un percorso simile, sebbene i dettagli siano ancora da definire.

Tuttavia, c’è speculazione sul fatto che McDonald’s potrebbe essere uno dei primi marchi a implementare robot alimentati da intelligenza artificiale, sollevando interrogativi sul futuro dei lavoratori umani. L’impulso verso l’intelligenza artificiale generativa si inserirà anche in un nuovo sistema operativo “su misura”, progettato per unificare l’esperienza tra l’app mobile McDonald’s e i chioschi dei negozi. Questo ambizioso cambiamento complessivo è destinato a portare a “soluzioni automatizzate per migliorare le operazioni dei ristoranti”.

L’ipotesi di trovare un chatbot al Mc Drive potrebbe non essere più così fantasiosa. Mentre l’azienda non ha ancora fornito dettagli specifici sulle implementazioni future, l’entusiasmo per l’adozione di tecnologie all’avanguardia pone McDonald’s al centro di un’evoluzione significativa nel settore del fast food. Resta da vedere come questi cambiamenti influenzeranno l’esperienza del cliente e il futuro dell’occupazione nel settore.

Share This Article
Leave a comment
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici sui social