Inviare messaggi e foto che si auto-cancellano con Facebook Poke

forux
4 Min Read

Il Poke su Facebook è una funzionalità nata per inviare un segnale di presenza come un messaggio vuoto in modo veloce.
La particolarità del Poke è che può essere inviato sia agli amici che ai non amici.
Nel nuovo Facebook con diario il Poke rimane comunque poco usato e nascosto: per inviare un poke bisogna infatti cliccare, in una pagina del profilo, il pulsante accanto a “Messaggio”.
Facebook ha rilanciato adesso la parola Poke con una nuovissima applicazione ufficiale per iPhone che permette di inviare messaggi veloci agli amici, con una particolarità: questi messaggi si autodistruggano automaticamente e scompaiano nel giro di qualche secondo.

Facebook Poke è un’applicazione, per ora solo per iPhone, molto simile ad un’altra chiamata Snapchat che permette di inviare una foto o un video messaggio agli amici di Facebook.
I messaggi scadono però dopo pochi secondi e la foto o il video viene cancellato automaticamente e immediatamente, senza possibilità di poterlo recuperare.

La nuova applicazione, Facebook Poke non ha molto in comune col vecchio Poke perchè si tratta di un’app per inviare SMS o messaggi che si autodistruggono da soli.
Praticamente è l’ideale per attività clandestine o segrete.
Diciamo che si ha il bisogno improvviso di mandare ad un uno degli amici di Facebook una foto un po’ privata o riservata.
Se non si vuole dare la possibilità a chi la riceve di salvarla o di ricondividerla con altre persone, si può usare Poke.
Il destinatario avrà solo pochi secondi, 1, 3, 5 o 10 a seconda della scelta del mittente, per visualizzare il messaggio, la foto o il video, che è stato mandato.
Chi riceve una foto tramite Poke deve premere e tenere premuto sullo schermo durante la visualizzazione per impedire che essa venga cancellata all’istante.
Foto, video o messaggi di testo inviati tramite l’applicazione Poke durano 10 secondi al massimo, dopo di che sparisce per sempre, senza alcun modo di poterlo salvare.
Dopo che il destinatario apre il messaggio, parte il conto alla rovescia e non c’è modo di tornare indietro e rivederne il contenuto.
L’applicazione permette anche di inviare solo un “poke”, ossia un messaggio senza contenuto.
Si possono inoltre aggiungere testo e disegni colorati alle foto inviate.

Ho il sospetto che Poke sarà usato soprattutto per fare scherzi o per scambiare intimità, anche perchè altrimenti non vedo a cosa possa servire un messaggio che si autodistrugge.
Ovviamente, i destinatari possono vedere questi messaggi che si autodistruggono soltanto se hanno installato anche loro l’applicazione Poke sul loro iPhone.
Sul profilo web non apparirà alcuna notifica dei poke inviati con l’app e non ci sarà alcuna traccia degli invii o delle ricezioni.
Qualcuno potrebbe pensare che si può salvare una foto o un messaggio inviato tramite Poke facendo uno screenshot dello schermo dell telefonino.
Questo è possibile se si è abbastanza veloci ma per ogni tentativo di salvare il poke viene inviato un avviso al mittente.

Chi ha un iPhone, può scaricare Facebook Poke dallo store iTunes, gratis e divertirsi con i messaggi che si autodistruggono.
In alternativa, si può scaricare invece Snapchat, un’app che, per il momento, funziona decisamente meglio, disponibile sia per iPhone che Android.

Share This Article
Leave a comment
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici sui social